James The (Read)ybug

“James The (Read)ybug”

Fifth and (finally) last illustration for Bologna! Here comes the translated text:

“James the ladybug surely wasn’t the most popular insect in the garden and his parents unfortunately didn’t have available much dew in the Bank. And yet, while he was sitting there alone reading “The Light Beyond The Wall Of Grass”, he couldn’t hold back from feeling happy.”

In Italiano nel testo.james-tagliato-da-usare-piccola

Terra In Buca Dietro Nettuno Al Primo Colpo

“Earth In The Hole Behind Neptune At The First Strike”

Here comes the third illustration of the series, below you’ll find the translation of the text:

“The inhabitants of the little planet called Earth always felt like they were terribly important… but they didn’t know that in reality their solar system was only an ultra-cheap golf course mostly frequented by Zortnexq the galactic bulldozer.”

In Italiano nel testo.illustazinr-mondogolf-verissima-piccola

Così La Luna Si Avvolse Compiaciuta Di Una Morbida Sciarpa Di Notte

This is an illustration called (So The Pleased Moon Wrapped Itself With A Soft Scarf of Night) i made for a kids illustration competition hold in Bologna: i hope you dig! ;)

Questa è la prima di una serie di 5 illustrazioni per bambini che sto facendo per un concorso a Bologna… fatemi sapere cosa ne pensate! :)

illustarzione-notte-bologna-ultra-vera-piccola

La Revisione Deontologica Della Scienza Delle 5 In Punto

“The Revision Of Science’s Code Of Conduct Of The 5 O’Clock”:

If you’re looking for the English version you can find it at this link: http://www.jacomics.net/?attachment_id=1215 

Questa è la mia ultimissima tavola del “Bosone di JaC” fatta in onore della #nottedeiricercatori!! (Certo che dovete ingrandire ;) )

fumetto-microbi-vara

…°REC (Mi Libero Catturando le Sfumature Sovrapposte Delle Mie Realtà)

This is an illustration called “…°REC (I free myself recording the layered shades of my realties” i made for a contest about Cinema; It portraits how a  camera is basically a prolongation of the body (and of the mind) of the director.

—-> Italian “readers” only ;) Questa è un’illustrazione che ho fatto per un concorso a tema Cinema. La parola chiave era “Ciak”: ho pensato che per un regista quello che importa davvero non è l’atto meccanico e quasi burocratico di dire “Azione!” ma il processo mentale e creativo che lo porta ad immaginare una determinata scena. Così il Ciak vero, quello che conta, è l’aprirsi e il chiudersi di quegli otturatori biologici che sono i nostri occhi, i quali, ogni tanto, instaurando un morboso rapporto simbiotico con una cinepresa, riescono a contenere e diffondere i palchi di Realtà fittizie che sgorgano nelle piene di fantasia che allagano la nostra mente.

Il regista è quindi un potentissimo, quasi onnipotente, ibrido uomo-macchina, e la camera per lui è solo un altro lembo: il più naturale e necessario prolungamento del suo corpo (e della sua mente).

illustrazioen-concorso-tapirulan